Stefano Boeri Architetti | IL POLO DELLA RISTORAZIONE DI AMATRICE
class="pirenko_portfolios-template-default single single-pirenko_portfolios postid-9548 wpb-js-composer js-comp-ver-3.6.12 vc_responsive"

IL POLO DELLA RISTORAZIONE DI AMATRICE

“Una piazza. Un posto in cui gustare i prodotti tipici. Ma anche un posto in cui incontrarsi, per giocare e stare insieme, in uno spazio polifunzionale aperto, con una grande vetrata con vista sulle montagne”. Il nuovo polo della ristorazione, costruito nell’ambito del progetto “Amate Amatrice” è simbolo della rinascita della città colpita dal terremoto del 2016.
La mensa scolastica è stata il primo edificio progettato da Stefano Boeri Architetti ad essere consegnato alla cittadinanza, a dicembre 2016.
La consegna dell’intera struttura, con la mensa e otto ristoranti, si è tenuta sabato 29 luglio 2017 alla presenza delle autorità e dei cittadini.

La nuova piazza del Gusto, della Tradizione e della Solidarietà di Amatrice è stata realizzata su progetto di Stefano Boeri Architetti grazie ai fondi raccolti da Corriere della Sera e TgLa7 attraverso il Comitato “Un aiuto subito. Terremoto Centro Italia 6.0”, che ha raccolto 8 milioni di euro, di cui 5 milioni impegnati nella costruzione del nuovo Polo di Amatrice.
La realizzazione dell’opera, prova tangibile della ricostruzione, attuata con il  contributo operativo di Regione Friuli Venezia Giulia, Innova Fvg e Filiera del Legno Fvg, ha impegnato lo staff di Stefano Boeri Architetti in un progetto innovativo, interamente in legno, realizzato in tempi rapidissimi per contribuire a superare una drammatica emergenza.

La nuova piazza con vista sui Monti della Laga, ospita una mensa scolastica e otto ristoranti e occupa una superficie di 8.500 mq.

Le architetture sono realizzate con elementi prefabbricati in legno lamellare di abete e con pannelli di rivestimento esterno in larice. La mensa occupa una superficie di 490 mq circa, con 150 posti a sedere, tre lati interamente vetrati e un’ampia copertura inclinata che rivolge la vista sui monti.

Attorno alla piazza centrale si dispongono gli 8 ristoranti, di diversa superficie, tra gli 85 e i 500 mq circa, in base alle esigenze espresse dai ristoratori. Ciascun ristorante è provvisto anche di alcuni dehors esterni dove posizionare i tavoli per gli ospiti nel periodo estivo. I locali sono stati dotati delle attrezzature di cucina e dei relativi impianti di funzionamento. I padiglioni sono stati concepiti per essere modulari e assemblabili; le sale da pranzo sono state personalizzate da ciascun ristoratore con luci e arredi.

Lo spazio centrale della piazza, con verde, sedute e illuminazione, ospita l’installazione urbana Radura, progettata da Stefano Boeri Architetti. Radura, costituita da un cerchio di 350 colonne cilindriche di legno, è un “bosco artificiale” di 10 m di diametro dove è possibile ricreare una dimensione di contatto con la natura. Radura è anche un’esperienza sonora con le musiche composte da Ferdinando Arnò.

Così concepito e realizzato, lo spazio polifunzionale progettato da Stefano Boeri Architetti è un punto di aggregazione per tutta la comunità locale e per i bambini, che qui possono giocare, incontrarsi e sostare.
Il Polo della Ristorazione dà lavoro a più di 100 cittadini di Amatrice e dintorni e sta attirando turisti da tutto il mondo. E’ punto di ripartenza per la cittadinanza per riscoprire la propria identità e rilanciare l’economia locale.

 

more    +

Details

Progetti
Stefano Boeri Architetti
Luogo:
Amatrice, Italia
Anno
2016