Email

[email protected]

Phone

+39 02 55014101

Sede Italiana

Via G. Donizetti, 4
20122 Milano IT

Vertical ForestING

UN MANIFESTO

Imparare dal primo Bosco Verticale

Trudo Vertical Forest - Eindhoven Vertical Forest - Milan La Foret Blanche - Paris Wonderwoods - Utrecht Liuzhou Forest City  - Liuzhou Tirana 2030 - Tirana Nanjing Vertical Forest - Nanjing Lausanne - The tower of cedars Jiujiang Road 501 renovation - Shanghai Chongqing Hortitecture - Chongqing Solid waves - Astana Forest City - Shijazhuang Mountain Forest Hotel - Guizhou

1

Un progetto di sopravvivenza ambientale per la città contemporanea.
BV è una nuova generazione di edifici alti urbani completamente avvolti dalle foglie di alberi e piante.
BV è un dispositivo architettonico che promuove la compresenza di architettura e natura nelle aree urbane e favorisce la creazione di ecosistemi urbani complessi.

2

BV moltiplica il numero di alberi nelle città.
BV innesta in poche centinaia di metri quadri di superficie urbana l’equivalente di migliaia di metri quadri di bosco e sottobosco.
Se circa 350 alberi sono un bosco da 1 ettaro, gli oltre 700 alberi del BV di Milano corrispondono a 2 ettari di bosco e sottobosco in piano.

3

Una torre per alberi abitata da umani.
L’inclusione della biodiversità all’interno del centro cittadino può costituire un riferimento e uno strumento per la formulazione di politiche urbane volte all’inclusione delle specie vegetali e animali all’interno dell’ambiente urbano umanizzato. Il BV di Milano ridefinisce lo standard abitativo tra umani e alberi all’interno della città costruita, prevedendo per ogni umano 2 alberi, 8 arbusti e 40 cespugli.

4

Un dispositivo anti-sprawl.
Nel densificare il tessuto urbano, il BV crea relazioni di prossimità fra l’ambiente antropizzato e quello naturale dando vita a nuovi paesaggi naturali e a nuovi skyline. Il BV costituisce un’alternativa, all’interno della città, alla prossimità con alberi, arbusti e piante, che normalmente si ottiene solo nell’edilizia suburbana delle villette con giardino. Un’edilizia che consuma suolo agricolo e naturale e che è divenuta ormai insostenibile perché energivora.

5

BV demineralizza le superfici urbane.
Il BV è un progetto di forestazione ad alta densità che aumenta le superfici verdi e permeabili nella città e riduce l’isola di calore urbana.
Insieme ai tetti verdi, agli orti urbani, ai giardini verticali, il BV appartiene a una nuova generazione di progetti di rigenerazione ambientale volti a migliorare la qualità e la varietà della vita quotidiana nella città contemporanea.

6

BV riduce l’inquinamento dell’ambiente urbano.
La vegetazione del BV è progettata in modo tale da formare un filtro verde e continuo tra l’interno e l’esterno delle abitazioni, in grado di assorbire le polveri sottili prodotte dal traffico urbano, di assorbire CO2, di produrre ossigeno e di proteggere i balconi e gli interni dall’inquinamento acustico. I benefici derivanti dalla riduzione dell’inquinamento contribuiscono a migliorare la qualità ambientale dell’aria nell’intera città.

7

BV riduce i consumi energetici.
Il filtro vegetativo sui balconi del BV consente di ridurre l’escursione termica tra interno ed esterno di circa 3 gradi e – nei periodi estivi – riduce il riscaldamento delle facciate fino a 30 gradi. Gli alberi e le piante del BV di Milano vengono irrigati dall’acqua di falda di una pompa alimentata da pannelli solari. L’acqua utilizzata dalle piante ritorna purificata in atmosfera sotto forma di vapore acqueo.

8

Un moltiplicatore della biodiversità urbana.
Il BV di Milano ospita circa 100 specie diverse di essenze vegetali, di cui 15 specie di alberi, 45 di arbusti, 34 di perenni. Sulle piante del BV hanno nidificato più di 20 specie diverse di volatili. Nel verde del BV vivono diverse popolazioni di insetti, alcuni dei quali, come le coccinelle, sono state distribuite tra la vegetazione al fine di combattere i parassiti delle piante senza l’uso di pesticidi.

9

Un landmark urbano cangiante.
Grazie alla varietà delle specie vegetali ospitate lungo i balconi e alla presenza di alberi caducifoglie, il BV cambia la sua pelle e la composizione cromatica delle sue facciate viventi, a seconda del variare delle stagioni e delle condizioni climatiche. La sua pelle, come il tronco di un albero, si trasforma in un archivio urbano vivente, testimone della lenta e progressiva crescita di un nuovo e ricco ecosistema urbano nel cuore della città.