Email

[email protected]

Phone

+39 02 55014101

Sede Italiana

Via G. Donizetti, 4
20122 Milano IT

Una Promenade Verde per il Lungomare di Cagliari

Una Promenade Verde per il Lungomare di Cagliari

Immagini

Anno

2022 - in corso

Luogo

Cagliari, Italia

Cliente

Comune di Cagliari

Servizi

Gara, Masterplan, Visione, Progetto di fattibilità tecnica ed economica, Progetto definitivo, Progetto esecutivo

Progetto

MATE Società Cooperativa, Stefano Boeri Architetti, StudioSilva, S.T.P. , MIC-HUB, Archeologo Demis Massimiliano Murgia

Tipologia

Strategie urbane, Riqualificazione dei centri storici, Masterplan per waterfront, Forestazione Urbana, Paesaggio urbano, Spazio pubblico, Parchi

Credits

Stefano Boeri Architetti
Founding Partner: Stefano Boeri
Director: Hana Narvaez
Project Leader: Sara Gangemi
Design team: Daniele Barillari, Geronimo Felici Fioravanti, Yulia Filatova, Alan Minouei, Silvia Raiano

MIC-HUB
CEO: Federico Parolotto
Project Leader: Francesco Betta
Project Team: Federico Cicu (Transport Modelling Director), Valerio Piroso (Infrastructure Design Director), Paolo Dejana, Marco Gualandri, Anna Larina, Andrea Selmin

MATE:
Presidente: Raffaele Gerometta
Direttore Tecnico: Maurizio Pavani
Responsabile di progetto: Tommaso Cesaro
Gruppo di lavoro: Alberto Caprara, Nicla Di Ciommo, Andrea Elmi, Agostino Maiurano

STUDIO SILVA
Direttore tecnico: Marco Sassatelli
Responsabile di progetto: Alessandro Pavan
Gruppo di lavoro: Gianna Fedeli, Alessia Zaffaroni

S.T.P.
Amministratore unico: Pietro Diliberto
Direttore tecnico: Giampiero Pili
Direttore tecnico e Responsabile di progetto: Gianfranco Civile
Gruppo di lavoro: Alessio Placido, Mirko Uccheddu

Patto per lo sviluppo della città metropolitana di cagliari, centro intermodale e riqualificazione di piazza matteotti e della fascia centrale della via roma.

Il progetto  “Una promenade verde per il lungomare di Cagliari” – presentato dal raggruppamento temporaneo di MATE Società Cooperativa, Stefano Boeri Architetti, StudioSilva, S.T.P., MIC-HUB, con l’archeologo Demis Massimiliano Murgia, a seguito della gara vinta per la ridefinizione del waterfront di Cagliari – prevede la riqualificazione della passeggiata di via Roma, un intervento sul fronte del Porto e la sistemazione di Piazza Matteotti. 

Attualmente il waterfront di Cagliari, strutturalmente determinato dalla presenza del porto e del quartiere della Marina, è caratterizzato di una forte e progressiva impermeabilizzazione del suolo – con conseguenti effetti negativi anche in termini di perdita della biodiversità ed effetto “isola di calore” – e dalla presenza di una viabilità non razionalmente ordinata, che rappresenta oggettivamente un elemento di ostacolo tra il tessuto urbano e il mare.

Il nuovo intervento urbano e paesaggistico si propone di ripristinare il valore sociale e ambientale del lungomare di Cagliari, attraverso una promenade verde che riprenda l’originaria funzione ottocentesca di Via Roma. A partire dalla tradizione cagliaritana dei viali alberati, il progetto definisce uno spazio pubblico continuo, pedonale e ombreggiato che funzioni da “polmone verde” ed elemento connettore, sia in senso longitudinale tra la Stazione FFSS e Piazza Ingrao, sia in senso trasversale – tra la città e il mare.

A partire da studi trasportistici che hanno ridisegnato il sistema della mobilità, il progetto prevede infatti il restringimento di due corsie sulla viabilità principale per estendere lo spazio pubblico della città fino al mare. 

In questo modo, la nuova promenade innesca la creazione di un nuovo parco e di uno spazio aperto alla città, diventando un elemento di connessione tra il waterfront e le principali funzioni pubbliche che vi si affacciano, valorizzando l’intera area dal punto di vista culturale, sociale e ambientale.

 In particolare, l’intervento progettuale mira a valorizzare il carattere di mixité dell’area, per implementare l’inclusione sociale e la coesione della comunità, creando nuovi epicentri della vita collettiva anche in previsione di sviluppi dell’area verso il porto.
Grande importanza è data al verde, in linea con la filosofia di forestazione urbana della città, per tutelare la biodiversità, combattere gli effetti del cambiamento climatico e purificare l’aria: con la piantumazione di più di 200 nuovi alberi – oltre al mantenimento di tutta la componente arborea presente –  e circa 5.700 mq di aree verdi, si garantisce la creazione di un nuovo parco cittadino facilmente accessibile da tutto il fronte di Via Roma. In questo modo, il progetto contribuisce significativamente ad aumentare la presenza di verde, in grado di trattenere polveri sottili e assorbire CO2, oltre che abbattere l’effetto “isola di calore” e mitigare il microclima. 

Rispettando lo spirito del sito, il progetto – attraverso la selezione accurata di essenze vegetali, materiali minerali e arredi urbani – vuole creare un sistema coerente, capace di restituire una percezione uniforme e identitaria del luogo, superando così la disomogeneità e disordine dello stato attuale. Il contesto di intervento, denso di simboli e storia, si trova infatti in uno spazio urbano dinamico intermodale che è destinato a fungere da principale portale di ingresso alla città. Uno spazio che potrà tradursi in un “giardino botanico lineare” in cui riconoscere anche la storia della città di Cagliari, le sue contaminazioni e il suo carattere cosmopolita.

Il progetto della promenade si colloca nel contesto di un potenziale masterplan di inquadramento generale, che mette a sistema gli interventi e i progetti previsti dalla programmazione strategica e urbanistica del Comune, così come da altri enti quali l’Autorità di Sistema Portuale. 

In particolare, il piano prevede l’implementazione di una mobilità sostenibile basata su principi di prossimità e pedonalità. Una rete di percorsi collega e anima infatti  tutte le aree verdi con il resto del quartiere Marina, in modo che l’intero parco diventi un efficiente connettore urbano e sociale tra il tessuto urbano e il mare, recuperando un rapporto fino ad ora negato. 

In questo contesto, gli interventi su Largo Carlo Felice e viale Regina Margherita giocano un ruolo cardine per ricollegare il mare alla città, stabilendo una connessione diretta con il Castello. 

Tra gli altri elementi nodali del Masterplan, la “Piazza sul Mare” rappresenta uno spazio pubblico fruibile per tutti, in continuità con il viale alberato, con campi sportivi (nella nuova “rambla dello sport”), aree ricreative e dehors per la sosta e il relax. 

Il masterplan include come suggerimenti anche una passerella di collegamento da piazza Ingrao con il porto vecchio, rinnovato nelle sue strutture primarie, e un Transit Hub intermodale nei pressi della Stazione ferroviaria. 

A partire dalle strategie sostenibili tra le quali la produzione energetica da fonti rinnovabili – attraverso l’utilizzo di pannelli fotovoltaici che potrebbero garantire l’autosufficienza energetica della comunità – e la mobilità pulita, il masterplan renderebbe il lungomare di Cagliari una nuova centralità pubblica, accessibile per la città e innovativa, rinnovandone il valore identitario. 

 

I numeri del progetto di fattibilità:

24.000 mq di area d’intervento
+5.700 mq nuove aree verdi
oltre 200 nuove alberature
+2 nuove fermate trasporto pubblico

 

Press release