Email

[email protected]

Phone

+39 02 55014101

Sede Italiana

Via G. Donizetti, 4
20122 Milano IT

casa.italo | ntv

casa.italo | ntv

Immagini

Progetto

Stefano Boeri Architetti

Luogo

Milano, Bologna, Firenze, Roma, Napoli, Venezia, Mestre, Torino, Salerno, Padova, Italia

Anno

Progetto 2009-2011, Costruzione 2011-2012

Cliente

Riferimento del cliente: NTV Nuovo Trasporto Viaggiatori spa Mobiliario; Furniture contractor: Cassina

Superficie

1600 sqm

Consulenti

Consulenti: dotdotdot (concept and interaction design), 46xy (graphic design), Salottobuono architectural design), Andrej Mikuz (technical feasibility and calculation), Ferrari & Brocajoli SRL (plant design)

Servizi

Concorso (vincitore), concept design, progetto definitivo ed esecutivo, direzione lavori

Credits

Gruppo di progettazione: Stefano Boeri (Founding partner), Michele Brunello (Project director), Marco Brega (Coordinator), Davide Rapp (Project leader), Kristina Drapic, Marco Giorgio, Luca Moscelli, Angela Parrozzani, Chiara Quinzii, Stefano Baseggio, Isabella Gaetani, Maddalena Maraffi, Giuseppe Porcelli, John Valencia

Nel 2009 Stefano Boeri vince il bando indetto da NTV – operatore privato italiano sulla rete ferro-viaria ad alta velocità – per realizzare il nuovo centro servizi per i viaggiatori Casa Italo.

Il progetto prevede la realizzazione di 12 filiali, in 9 città italiane; il primo centro realizzato è stato quello al piano interrato della stazione di Milano Porta Garibaldi.

L’architetto, a partire dal concept di un centro servizi innovativo, interpreta Casa Italo come un luogo di passaggio, di transito, nel quale si declinano i più diversi bisogni e desideri dei viaggiatori. Guardando in chiave critica l’evolversi delle modalità di viaggio delle persone nel mondo, Boeri elabora un progetto con la propria caratteristica cifra stilistica, creando un luogo estremamente versatile e flessi-bile, dall’atmosfera accogliente e luminosa.

Il centro servizi infatti è stato studiato per fornire il massimo comfort agli utenti, facendo loro vivere nuove esperienze e agevolando gli spostamenti. Il concept prevede relazioni dirette tra durata, uso, spazi personalizzabili e servizi dedicati, manifestandosi nello spazio con forme fluide e ambienti tecnologici.

L’open space di Casa Italo è diviso in diverse zone, separate solo percettivamente in quanto la figura geometrica dominante dell’intero progetto è il cerchio: i diversi spazi si configurano come isole circolari, ognuna con una funzione propria. Dal bancone dell’info point, alle sedute circolari che disegnano la zona relax, alle zone con i tavoli liberi per usare il personal computer e il wi-fi, e poi i tavoli accessoriati da computer fissi messi a disposizione della clientela. Tutti gli arredi sono realizzati in corian e pelle per garantire la massima resistenza all’usura dei piani d’appoggio. Le superfici visibili ai viaggiatori sono fisicamente trasformate in interfacce interattive e comunicative che definiscono lo spazio della stazione.

A livello cromatico la struttura è su toni prevalentemente neutri, eccezion fatta per gli arredi evidenziati dalla tonalità rossa, che richiamano il colore usato da Italo nell’advertising e in tutte le aree aziendali per una brand identity unica.

La parete modulare attrezzata del perimetro è rivestita con lastre di vetro, realizzate mediante la stratificazione di pellicole specchianti su una lamina di vetro float extra-chiaro satinato dello spessore di 8 millimetri. Le lastre sono ancorate con un sistema che ne garantisce la necessaria tenuta e allo stesso tempo l’ispezione degli apparati tecnologici contenuti nei diversi moduli della parete. Hanno collaborato con Stefano Boeri: lo studio dotdotdot per il design interattivo lo studio 46xy per il progetto grafico, Salottobuono per il progetto architettonico, Ferrari & Brocajoli s.r.l per il progetto impiantistico e Cassina Contract come contractor.

Press release