Email

[email protected]

Phone

+39 02 55014101

Sede Italiana

Via G. Donizetti, 4
20122 Milano IT

shanghai hecheng renovation

shanghai hecheng renovation

Immagini

Progetto

Stefano Boeri Architetti China

Luogo

Shanghai, Cina

Anno

2017

Cliente

Zhengzhou Lvdu Real Estate Co.,Ltd, Zhao

Servizi

Progetto preliminare, definitivo, esecutivo, direzione lavori

Credits

PARTNERS:
Stefano Boeri
Yibo Xu
 
PROJECT ARCHITECT:
Pietro Chiodi

ARCHITECT:
Yifan Xu
 
DESIGN TEAM:
Yitao Huang
Zhiyang Huang
Wenhai Zhu




Negli ultimi anni lo sviluppo esponenziale nei settori delle tecnologie mobili, dell’economia digitale e della condivisione delle informazioni ha indotto una profonda riflessione sul progetto dello spazio-ufficio.

Attivo e in forte crescita da due anni in tale settore, il marchio cinese More ha affidato a Stefano Boeri Architetti China (capitanato da Stefano Boeri e Yibo Xu, con Design Director Pietro Chiodi) un intervento pilota capace di costituirsi come modello per il Paese e sul piano internazionale. Nasce così More: 001 Jingan Creative Park, uno spazio di nuova concezione realizzato attraverso la ristrutturazione di un grande edificio per uffici a Shanghai, l’Hecheng Building. L’intervento si inserisce nella strategia di “Renovation”, sviluppata da SBA China, che prevede un ampio programma di “upgrade” tecnologico ed espressivo della modernità architettonica cinese.

Distaccandosi dal format del tradizionale edificio per uffici, More: 001 esplora futuri modelli spaziali e relazionali, che traggono diversi elementi di innovazione dall’esperienza del Bosco Verticale. L’edificio esistente viene protetto da una nuova pelle: una “foresta” astratta formata da una sequenza regolare di lamelle verticali di alluminio verniciate di bianco che, oltre a schermare gli interni dai raggi solari, uniformano il disegno dei prospetti in un ritmo armonico.

Analogamente, gli interni vengono trattati alla stregua di un vero e proprio “paesaggio” attraverso l’introduzione di elementi come la vegetazione, la luce solare, i materiali sostenibili. Il nucleo dell’edificio si articola attorno a una scenografica scala a elica, avviluppata attorno a un vuoto centrale di cinque metri di diametro, che cita la celebre spirale del Guggenheim di New York. Un sistema articolato di spazi condivisi su ogni piano favorisce l’interrelazione anche di addetti a settori lavorativi separati tra loro, con evidenti vantaggi in termini di comfort e di condivisione informale delle conoscenze.

Shanghai Hecheng Renovation rappresenta il primo caso di un vasto programma che vedrà estendere in più direzioni l’interazione progettuale tra Stefano Boeri Architetti China e More.