Email

[email protected]

Phone

+39 02 55014101

Sede Italiana

Via G. Donizetti, 4
20122 Milano IT

Homepage risonanze | alberi e uomini

risonanze | alberi e uomini

Dal poeta dialettale romano Trilussa a Bertolt Brecht, da Alda Merini al Bosco Verticale.

Una rassegna pubblicata da Risonanze racconta il rapporto – essenziale e a tratti alterato – tra alberi e uomini ripercorrendo le parole e i progetti che ne hanno raccontato forza e debolezza.

L’albero rappresenta nei tempi la costante del dialogo con la natura: Trilussa ne fa un monito all’uomo che ha perso i contatti con il mondo naturale, dando troppo spazio al mondo artificioso; Brecht ne fa simbolo di speranza in una poesia che fotografa un albero in Karlsplatz durante la guerra; Alda Merini ne fa elemento onirico; Ludovico Einaudi ne canta la primavera; Friedensreich Hundertwasser sottolinea che gli alberi sono nostri fratelli nel percorso evolutivo dell’universo, nonostante la sua architettura differenzi gli elementi verticali come quelli legati all’uomo e quelli orizzontali connessi alla natura; il Bosco Verticale propone un’architettura che integra gli elementi naturali come fondamentali e non ornamentali, componendo inoltre il ben più ampio quadro della Forestazione Urbana che ci spinge a ripensare lo spazio urbano, non più nettamente separato dalla natura.

 

Per leggere l’articolo integrale: risonanzee.wordpress.com/alberi-e-uomini