Email

[email protected]

Phone

+39 02 55014101

Sede Italiana

Via G. Donizetti, 4
20122 Milano IT

wangfujing complex

wangfujing complex

Immagini

Progetto

Stefano Boeri Architetti

Luogo

Beijing, CHINA

Anno

2011

Cliente

Beijing Jinlin Real Estate Co., Ltd.

Tipologia

Mixed-use building, commercial and hospitality service

Superficie

177.000 sqm

Il sito di Wangfujing si trova a ottocento metri di distanza dalla Città Proibita, su una delle arterie commerciali storiche di Pechino, che costituisce anche uno dei pochi vuoti urbani centrali rimasti nella maglia della città.

Il progetto si pone due obiettivi principali: da un lato inventare una nuova forma di spazi commerciali urbani capaci di prendere le distanze dal format del centro commerciale, dall’altro dare vita a un simbolo del commercio e del dialogo culturale tra la Cina e l’Italia. Complesso nella sua innovazione tipologica e nel mix di funzioni, l’edificio di 18.000 mq è destinato a fungere da connettore per l’ammodernamento, il rinnovamento e il riposizionamento dell’arteria Wangfujing come uno dei principali nodi per il commercio di alta qualità dell’Asia.
Una fonte iniziale di ispirazione per il lavoro è stata la Galleria Vittorio Emanuele di Milano e, in generale, le gallerie europee sorte tra il XVIII° e il XIX° secolo. Anche se spesso oggetto di dispute, al momento della loro costruzione, le gallerie sono diventate parte della coscienza collettiva e si sono trasformate in spazi privilegiati, dove i flussi della città, gli spazi di incontro, le vetrine, lo shopping di alto livello e gli eventi possono coesistere armonicamente. Il progetto per Wangfujing si pone quindi come una riflessione sulle qualità di questi spazi, una reinterpretazione che tiene conto sia delle funzioni attuali, sia dei capisaldi della costruzione tradizionale cinese e dei loro significati in relazione al luogo in cui sorgono.