Email

[email protected]

Phone

+39 02 55014101

Sede Italiana

Via G. Donizetti, 4
20122 Milano IT

nuova sede per uffici rcs

nuova sede per uffici rcs

Immagini

Progetto

Stefano Boeri (ed. A2); Boeri Studio (ed. C)

Luogo

Milano, Italia

Anno

2003-2007 (ed. C); 2009-11 (ed. A2)

Cliente

Iniziativa Immobiliare Due (IN.IMM2 srl)

Tipologia

Architettura, riqualificazione

Commissione

Progetto preliminare, definitivo ed esecutivo, Direzione artistica

Superficie

Superficie Costruita: (ed. A2) 15.196 mq; (ed. C) 25.000 mq

Credits

Consulenti (Structural design) Reico s.r.l., SPIT Engineering s.r.l. (utility system design), Francesco Librizzi (interior design
Gruppo di progetto Stefano Boeri (Founding partner), Gianandrea Barreca (partner), Giovanni La Varra (partner), Marco Giorgio (Project leader), Davor Popovic (coordinator), Marco Brega, Dino Polverino, Stefano Baseggio, Daniele Barillari, Mara Mior, Chiara Quinzii, Maddalena De Ferrari, Francesca Cesa Bianchi, Frederic de Smet, Francesco Librizzi, Francesca Insulza
Immagini Paolo Rosselli, Iwan Baan

La nuova sede degli uffici Rizzoli è frutto di un concorso internazionale che prevedeva la redazione di un piano di lottizzazione per l’intera area in via di dismissione della RCS Media Group, sede di produzione dell’omonima casa editrice. Il progetto di Boeri comporta il recupero di edifici esistenti e la costruzione di nuovi spazi destinati a ospitare tutte le testate della divisione Periodici. L’edificio disegnato è unico, ma si può scomporre in due porzioni in funzione della loro altezza. Una prima parte dell’edificio è costituita da un corpo basso dalla pianta a C di cinque piani fuori terra e uno interrato; la seconda componente è una torre di 12 piani di circa 80 metri d’altezza. La torre si inserisce in uno skyline caratterizzato da edifici principalmente bassi, divenendo un nuovo punto di riferimento visivo.

 

Il complesso disegna una grande piazza-corte rettangolare rivolta verso gli edifici da recuperare e verso il fiume Lambro; a mostrarsi sul fronte stradale è l’edificio e non la piazza, ribassata rispetto al livello stradale. L’accesso è garantito attraverso una rampa carrabile e una scalinata pedonale. Al parcheggio si accede attraverso rampe a pianta circolare che, insieme alle macchie ver-di, anch’esse progettate come cerchi perfetti, contrastano con l’aspetto regolare e spigoloso dei fabbricati. La struttura portante cambia all’interno dei due edifici: mentre il corpo basso presenta un sistema di travi e pilastri in calcestruzzo armato, la torre ha un nucleo in calcestruzzo a cui si aggancia un telaio di travature e pilastri in acciaio.

Alla struttura si fissa il rivestimento dell’edificio; il complesso è ricoperto in modo uniforme su tutti i lati da una doppia pelle, la prima costituita da pannelli modulari metallici e la seconda da lastre di vetro. Tale sistema viene tagliato a ogni piano da finestre a nastro modulari che essendo di lunghezze differenti rompono la regolarità delle facciate conferendo maggior dinamismo. I pannelli di vetro presentano un disegno superficiale di serigrafie a bande verticali che, interagendo con la luce, genera interessanti variazioni cromatiche, dando alle facciate vibrazioni differenti a seconda dell’inclinazione e dell’intensità dell’irraggiamento.

L’attacco a terra si distingue dal resto della volumetria attraverso un trattamento superficiale con lastre di Acryterm, un materiale lapideo artificiale di colore scuro. Tali lastre riprendono le dimensioni dei moduli vetrati, dando uniformità alla facciata. Lo spazio interno è organizzato per ospitare degli uffici modulari e ambienti aperti, caratterizzati da sistemi divisori flessibili e partizioni leggere innovative che non sono altro che il prolungamento all’interno dell’edificio di alcune delle bande verticali dei prospetti.

 

RCS EDIFICIO A2: Parte del masterplan da 90.000 mq vinto da Boeri Studio nel contesto del Concorso Internazionale del 2001, l’Edificio A2 di RCS è un fabbricato lungo, che confina con il vicino complesso di via Rizzoli. Il suo volume di 21.500 mq ospita, a partire dalla fine del 2010, gli uffici della Rizzoli Libri, una delle più grandi case editrici d’Italia. Nato dalla demolizione del vecchio edificio Rizzoli, il progetto si affaccia sulla strada prospiciente con una facciata perfettamente piana, mentre verso l’interno presenta una serie di introflessioni che ne modificano l’omogeneità. Questi movimenti di facciata danno vita a un dialogo con il contesto costruito, armonizzandosi con la già completata sede RCS. Contemporaneamente, le bande verticali della facciata derivano da un’operazione di ridimensionamento del linguaggio utilizzato per il masterplan e consentono una lettura unitaria dell’intervento.

RCS EDIFICIO C: Il progetto per la nuova sede RCS a Crescenzago, nella zona nord-est di Milano, prevede una pianificazione generale dell’area (90.000 mq), il restauro di un fabbricato esistente e la costruzione di due nuovi edifici per uffici (denominati edificio C ed E). Terminata nel 2007, la sede ospita su circa 22.000 mq la redazione di tutte le riviste del gruppo RCS. L’edificio è costituito da una costruzione di 4 piani, che racchiude una grande corte e termina con una torre di 80 metri di altezza. La corte si apre sul lato dell’edificio preesistente e definisce l’ingresso su via Angelo Rizzoli. Strutturalmente la nuova costruzione è realizzata in cemento, tranne la torre che possiede una maglia portante in acciaio, collegata a un nucleo in calcestruzzo. Le facciate sono costituite da una doppia pelle di pannelli metallici isolati e ampie porzioni vetrate. Sono circa 1.100 le persone impiegate negli ambienti open space, dove un sistema flessibile di partizioni mobili definisce le postazioni di lavoro.