Email

[email protected]

Phone

+39 02 55014101

Sede Italiana

Via G. Donizetti, 4
20122 Milano IT

Sarzana Masterplan

Sarzana Masterplan

Immagini

Progetto

Stefano Boeri Architetti, arch. Massimo Giuliani

Anno

2021 - 2022

Luogo

Sarzana, Italia

Cliente

Comune di Sarzana

Tipologia

Masterplan

Credits

Stefano Boeri Architetti
Founding Partner: Stefano Boeri
Direttore: Corrado Longa
Project Leader: Laura Didonfrancesco
Design team: Francesca Capicchioni, Elena Gianelloni, Daniele Barillari

Nell’ambito del piano di rigenerazione del Comune di Sarzana, Stefano Boeri Architetti interviene su un’area di trasformazione di particolare interesse per il futuro del comune ligure, già inclusa e parzialmente trasformata dal Piano Botta del 2009.

Obiettivo del nuovo Masterplan è riconnettere il tessuto urbano con una zona attualmente sottoutilizzata, estesa su oltre 50.000mq, da trasformare in nuovo polo di centralità collettiva. In particolare l’ambito di rigenerazione si trova nella parte centrale di Sarzana a circa 200 metri dal centro storico, delimitato a sud dallo scalo ferroviario dismesso e a nord dall’ex Mercato comunale, oggi temporaneamente utilizzato come palazzetto dello sport per le gare della squadra cittadina di Hockey su pista.

Se la parte sud dell’ambito di intervento vede la forte presenza dell’asse ferroviario come cesura urbana, sul fronte est l’elemento di maggior interesse è un edificio storico parallelo ai binari, originariamente ad uso della stazione ed oggi sottoutilizzato. Allo stesso modo, intorno all’ambito di intervento si concentrano una serie di altri edifici pubblici, come la scuola XXI Luglio, l’Ex Ospedale San Bartolomeo e Villa Ollandini, che potrebbero diventare volano di una rigenerazione diffusa del centro di Sarzana. 

Partendo quindi da un contesto esistente da valorizzare, il progetto si pone come obiettivi primari la rigenerazione dell’area, localizzata in una zona strategica della città, con la riattivazione dell’ex mercato come nuova centralità e piazza urbana, insieme all’insediamento di nuove funzioni pubbliche e al potenziamento della mobilità lenta. A questo proposito, il Masterplan prevede  un nuovo polo di interscambio della mobilità sostenibile, con l’aggiunta di una stazione di bike-sharing e car-sharing a sistema con la stazione ferroviaria e degli autobus.

Lo scenario di progetto prevede come primo passaggio la delocalizzazione delle funzioni legate allo sport, elemento identitario della città, in quanto la struttura attualmente adibita a “palazzetto” per l’hockey su pista ad oggi è limitata nella capienza e nelle dimensioni del campo da gioco. La costruzione, dalla parte opposta dei binari, di un nuovo edificio adatto a ospitare 1.200 spettatori – oltre che spogliatoi, sala medica, magazzini e tutte le funzioni necessarie – prevede anche la realizzazione di una piazza pubblica antistante, ricavata grazie alla riduzione dell’ingombro a terra del costruito. 

Una seconda fase prevede la riattivazione degli edifici pubblici esistenti, re-insediando il mercato comunale nell’edificio storico e riconvertendo lo scalo abbandonato in terminal degli autobus, snodo urbano centrale per gli studenti della città e dei comuni limitrofi. L’edificio pubblico nella zona est, infine, viene recuperato per essere aperto alla comunità: al suo interno, infatti, possono essere ospitate attività pubbliche e di aggregazione, come spazi per il coworking o per nuove associazioni locali.

Per quanto riguarda lo spazio pubblico, due nuove piazze urbane – per un totale di oltre 3.500 mq – vengono riqualificate dall’intervento, in corrispondenza del nuovo palazzetto e del mercato. Inoltre vengono previsti 8.000 mq di nuove aree verdi, ricavate grazie a un importante intervento di depavimentazione dell’area, ad oggi fortemente contraddistinta da un suolo artificiale e per il 90% impermeabile. Questo rilevante incremento del verde urbano rappresenta un elemento fondamentale per definire il carattere del nuovo masterplan: le aree verdi, infatti, occupano il 25% dell’area totale dell’intervento, creando importanti fasce di filtro lungo la linea ferroviaria, oltre a spazi pubblici più vivibili.
Un altro punto centrale del nuovo masterplan è definito dalla mobilità, in quanto vengono ottimizzati i flussi su gomma e riconfigurata la viabilità nell’area del mercato, anche attraverso la riqualificazione dei parcheggi con superfici drenanti. In quest’ottica, viene progettata anche una passerella sopraelevata per l’attraversamento dei binari, con l’obiettivo di connettere le funzioni pubbliche, superando l’ostacolo della ferrovia e creando uno spazio continuo per i cittadini, definito da nuovi percorsi per una pedonalità diffusa.

Infine un’attenzione particolare viene posta alla questione energetica, per quale gli edifici riqualificati giocano un ruolo fondamentale come collettori di energia rinnovabile: l’intervento prevede, infatti, l’innesto di 2000 mq di superficie fotovoltaica in copertura – pari a circa 200 kwp di produzione energetica potenziale – incrementando l’apporto di energia pulita nell’area, che si pone così, come nuova e imprescindibile centralità di Sarzana. 

I numeri del progetto:

54.600 mq area da riqualificare
13.500 mq spazi pubblici nuovi e riqualificati
3.600 mq nuova piazza del Mercato
3.700 mq nuova piazza del palazzetto
8.000 mq nuove aree verdi
4 nuove funzioni pubbliche
3.200mq nuovo palazzetto dello sport
2000 mq superficie fotovoltaico dalle coperture
200 kwp di produzione energetica potenziale

Press release