Email

[email protected]

Phone

+39 02 55014101

Sede Italiana

Via G. Donizetti, 4
20122 Milano IT

rigenerare mantova

rigenerare mantova

Immagini

Progetto

Stefano Boeri Architetti

Luogo

Mantova, Italia

Anno

2016

Cliente

Comune di Mantova

Tipologia

Masterplan

Commissione

Studio di fattibilità, progetto preliminare

Superficie

130,563 mq

Credits

Project leader: Corrado Longa
Team: Hana Narvaez, Guilia Chiatante, Daniele Barillari

Rigenerare non significa solo recuperare o proteggere, ma anche riscoprire e rinnovare edifici, paesaggi, parti di città, funzioni economiche e culturali.

Il progetto qui proposto è una riflessione sulla natura dello spazio tra la città di Mantova e l’acqua del Lago Inferiore.

Riqualificando un sistema di spazi sottoutilizzati, abbandonati e degradati, il progetto individua un nuovo “territorio di mezzo” tra la città e l’acqua, costituito da una sequenza di spazi collettivi, ciascuno connotato da sua una precisa funzione urbana e pubblica, grazie a una forte alleanza pubblico-privata.

Per favorire la coesistenza tra un porto turistico attivo e la città contemporanea, è infatti opportuno immaginare uno spazio intermedio, che preservi la natura distinta dei due mondi che separa, ma che sia capace, al contempo, di assorbire da entrambi risorse ed energie. Ripensare questo spazio significa articolare il “territorio di mezzo” in modo da accogliere e collegare i caratteri dei sistemi urbani e naturali circostanti, senza affermare il primato degli uni sugli altri.

Le tre nuove piazze previste dal progetto non costituiscono solo un inedito sistema di spazi collettivi per Mantova, ma riassumono alcune delle principali caratteristiche e valori del territorio mantovano: il suo rapporto con l’acqua, con la terra e il cibo, la presenza della natura e della cultura. Il nuovo “territorio di mezzo” si relaziona infatti – anche su vasta scala – sia con la città, sia con l’acqua: con i flussi delle imbarcazioni turistiche, con la vita quotidiana della città, con i suoi percorsi culturali e produttivi.