Email

[email protected]

Phone

+39 02 55014101

Sede Italiana

Via G. Donizetti, 4
20122 Milano IT

ex arsenale la maddalena masterplan

ex arsenale la maddalena masterplan

Immagini

Progetto

Stefano Boeri

Luogo

La Maddalena, Italia

Anno

2008-2009

Cliente

Dipartimneto della Protezione Civile e Regione Sardegna, Ministero degli Affari Interni

Tipologia

Waterfront Masterplan, paesaggio, architettura, riqualificazione

Commissione

Masterplan, Progetto preliminare, definitivo ed esecutivo e direzione artistica

Superficie

Area di progetto: 155.000 mq

Credits

Consulenti Maddalena De Ferrari e Andrea Balestrero - Gruppo A12 (arredo urbano), Emanuela Borio & Laura Gatti (paesaggio), Liverani/Molteni Architetti (architetti responsabili del Catering Building) Imagini © Paolo Rosselli, Iwan Baan, Armin Linke, Antonio Ottomanelli/LUZ photo
Disegni (asson.) Salottobuono

Stefano Boeri (Founding partner), Michele Brunello (Project Coordination), Davor Popovic (Project leader), Barbara Cadeddu (Project leader), Marco Brega (Project Director), team: Javier Deferrari, Andrea Grippo, Andrea Barbierato, Daniele Barillari, Mario Bastianelli, Maurizio Burragato, Marco Dessì, Marco Giorgio, Costantina Verzì, Alessandro Agosti, Lorenza Baroncelli, Stefano Baseggio, Kristina Drapic, Moataz Faissal Farid, Stefano Onnis, Corrado Longa, Fabrizio Piras, Davide Rapp, Sebastian Russi, Walter Dejana

Sito nel tratto di costa sudorientale dell’isola de La Maddalena, la principale dell’omonimo arcipelago a nord della Sardegna, l’ex arsenale dove per anni sono transitate navi della Marina Militare è stato convertito da Stefano Boeri Architetti in un nuovo quartiere multi-funzionale. Principale obiettivo dell’operazione: realizzare un luogo d’incontro per i delegati della riunione G8 del 2009 innovativo e fortemente caratterizzato, ma anche offrire alla comunità̀ locale nuove disponibilità di spazi portuali, ricettivi, formativi e convegnistici. Il programma punta quindi a rilanciare uno degli arcipelaghi più̀ importanti del Mediterraneo, trasformando un’economia locale prettamente d’impronta militare in una incentrata sul turismo sostenibile e sui valori unici del paesaggio circostante. Articolato su una superficie di 155.000 mq, il masterplan prevede la rigenerazione di 2 km di lungomare, con l’ampliamento e la ristrutturazione della banchina di attracco per le imbarcazioni, un nuovo spazio conferenze (la Casa del Mare), la trasformazione delle strutture militari in ambienti ricettivi e di servizio per i delegati (il Padiglione del Mare), un nuovo residence di lusso (le Residenze dell’Arsenale).

Tre le idee portanti del progetto: l’interpretazione e la valorizzazione della rigorosa e asciutta matrice militare del luogo, il dialogo con il paesaggio marino circostante, dalle grandi qualità paesaggistiche, e la volontà di realizzare edifici ecosostenibili e dotati di un basso impatto ambientale, grazie soprattutto al marcato ricorso all’uso di energie rinnovabili.

Press release