Email

[email protected]

Phone

+39 02 55014101

Sede Italiana

Via G. Donizetti, 4
20122 Milano IT

Homepage gentleman green | circoli virtuosi

gentleman green | circoli virtuosi

Uno speciale di Gentleman Green dedicato al mondo del design che guarda a un futuro più verde e sostenibile. Architetti, designer, politiche urbane e materiali possono diventare la soluzione, poichè sono stati essi stessi il problema. Ne celebra l’importanza la prossima Esposizione Internazionale della Triennale di Milano, curata da Paola Antonelli: Broken Nature. Design takes on human survival vuole individuare una nuova armonia tra uomo e ambiente.

Se ne fa portavoce Stefano Boeri che promuove la Forestazione Urbana come “priorità nell’agenda dei governi e delle istituzioni” e che ne sperimenta le potenzialità attraverso la Vertical Foresting, un percorso che inizia dal prototipo del Bosco Verticale e che vedrà presto nuove architetture viventi crescere a Nanchino, Utrecht, Tirana, Losanna, Parigi e Eindhoven, quest’ultima in social housing.

“Un ripensamento consapevole delle modalità e dei motivi della costruzione, frutto di una lettura scientifica ed emozionale della natura e dei suoi elementi, può portare a nuovi modi di vivere, a nuovi valori etici ed estetici. Sfruttando le forze della natura e i suoi elementi si produrrà quella nuova architettura che, conscia degli errori del passato, assumerà un ruolo chiave per il futuro” così Stefano Pujatti definisce un’architettura attenta al suo impatto e consapevole delle trasformazioni future.

Diversi i professionisti e le aziende che si sono impegnati nel rendere questa urgenza reale e normale. Come la intende Massimo Roj, l’architetto a capo dello studio CMR che ha elaborato il masterplan di una cittadella autosufficiente, “la sostenibilità va intesa come relazione imprescindibile tra fattori ambientali, sociali, economici, tecnologici, culturali: solo adottando questa visione d!insieme si può arrivare a comprendere il suo significato profondo”. Per questo diversi gli approcci e le sfere di applicazione da esplorare e consolidare. Dall’architettura al prodotto, dai processi, come l’Economia Circolare – teorizzata negli anni Settanta -, agli approcci come il marketing territoriale.

 


Download PDF