Email

[email protected]

Phone

+39 02 55014101

Sede Italiana

Via G. Donizetti, 4
20122 Milano IT

urban hugs | radura 02

urban hugs | radura 02

Immagini

Video

Progetto

Stefano Boeri Architetti

Luogo

Milano, Italia

Anno

2017

Cliente

Oikos S.r.l.

Tipologia

Installazione temporanea, Design

Commissione

Concept design, Progetto preliminare, Progetto definitivo, Progetto esecutivo, Direzione artistica

Credits

Consulenti Piero Salvatori (Traccia audio “Visioni” tratta da Flyaway – Sony Music);
Gruppo di progetto Stefano Boeri (Founding partner), Giorgio Donà (Project manager);
Immagini: Paolo Rosselli
Video: The Blink Fish

Urban Hugs è uno spazio per abbracciarsi: un’installazione che permette di staccare per pochi secondi dalle reti delle interazioni sociali e dalla solitudine metropolitana per stringere un amico, uno sconosciuto, un amore, un figlio, la fioraia, l’ambulante clandestino. Declinazione più minuta del progetto Radura – allestito l’anno precedente alla Ca’ Grande di Milano –, questo prototipo di spazio pubblico è stato realizzato in occasione del FuoriSalone 2017 nel Cortile d’Onore della Pinacoteca di Brera. La micro-architettura immaginata da Stefano Boeri Architetti è composta da 95 cilindri di legno d’abete del Friuli di cinque m di altezza e sei cm di diametro, che compongono uno spazio allo stesso tempo permeabile e intimo. Un recinto che filtra e protegge dai flussi frenetici e dal traffico ma, data all’esilità dei fusti, non esclude totalmente la percezione della vita urbana. Le sottili colonne sono ancorate al suolo grazie a una pedana in legno circolare, dal diametro esterno di 2,2 m e interno di 1 m. Ne scaturisce un recinto per due, dove l’affetto reciproco e liberatorio è accompagnato dal violoncello di Piero Salvatori (brano “Visioni”), che genera un’atmosfera sonora in contrappunto con il contesto. Grazie a un sistema integrato di illuminazione, nelle ore serali Urban Hugs si accende di luce.

Press release