Email

[email protected]

Phone

+39 02 55014101

Sede Italiana

Via G. Donizetti, 4
20122 Milano IT

recolonizzazione dei laghi di kaban

recolonizzazione dei laghi di kaban

Il progetto di Re-colonization è una riflessione sulla natura dello spazio di transito tra la città e l’acqua. Il progetto dà a questo spazio un proprio carattere basato sull’identità nazionale di Kazan e sull’equillibrio tra urbano e naturale, privato e pubblico. La strategia principale del progetto è stata l’idea di permettere alla natura di ricolonizzare il sistema dei laghi in modo da creare una nuova relazione tra la città e il suo waterfront, che comprenda l’organizzazione di una serie di eventi, lo sviluppo di un’infrastruttura per i cittadini e turisti e allo stesso tempo di una piattaforma per la ricerca. Gli strumenti per la Re-Colonization sono gli aspetti urbani e naturali. Il lago Middle Kaban è quello più inquinato, ma con il grande potenziale del parco sportivo e naturale. Questo lago è destinato a diventare il collegamento tra la città e la natura selvaggia. Il progetto prevede la realizzazione di un centro ricerche sulle riva, destinato a diventare una piattaforma di importanza internazionale per le ricerche sull’acqua. Questa serie di interventi avrebbe permesso di trasformare il lago Medio in un centro di sport a remi, supportato da una rete di percorsi ciclistici e pedonali. Il lago Alto sarebbe diventato un luogo riservato alla natura selvaggia, con l’invasione minima mirata al miglioramento dell’infrastruttura per il tempo libero.

Il lago Basso che è il più vicino al centro della città diventa una piattaforma per gli eventi e le attività urbane. La distribuzione funzionale delle aree e le attività lungo i laghi è determinata dal contesto: per esempio, il Canale Botanico che attraversa lo zoo pubblico è stato trattato come un cluster di biodiversità esteso al lago più visitato – Kaban Basso con le biosfere gallegianti che rappresentano vari ambienti climatici.