Email

[email protected]

Phone

+39 02 55014101

Sede Italiana

Via G. Donizetti, 4
20122 Milano IT

torre dei cedri

torre dei cedri

Immagini

Progetto

Stefano Boeri Architetti

Luogo

Chavannes-Prés-Renens, Lausanne, Switzerland

Anno

2015-on going

Tipologia

Residential

Commissione

Progetto preliminare, definitivo, esecutivo

Credits

Stefano Boeri Architetti
Partners:
Stefano Boeri
Michele Brunello

Project leaders:
Marco Giorgio
Marco Bernardini

Design team:
Moataz Faissal Farid
Julia Gocalek
Cécile Cannesson

Agronomist and Landscape designer:
Laura Gatti

Structures:
BuroHappold Engineering | Building Environments – London
Weinmann-Energies SA – London

Promoters:
Entreprise Générale Bernard Nicod SA – Losanne, CH
Orllati Real Estate SA – Biolay-Orjulaz, CH

Promoter and Organisation of the competition:
Commune de Chavannes-près-Renens, CH

La Torre dei Cedri (Les Terrasses des Cedres) non è solo una torre, né semplicemente un edificio residenziale alto. È il prototipo di un nuovo modello di abitazione, un edificio che unisce il comfort degli appartamenti, la splendida vista delle aree lacustri e limitrofe, con il mondo vegetale: soprattutto con le varie specie di cedri che già popolano il territorio. Un punto di riferimento visibile da Losanna, confine nord.

La Torre dei Cedri è il simbolo vivente di un nuovo rapporto tra la sfera urbana e la sfera naturale, che conferma lo straordinario equilibrio tra natura e città, tra il lago, la foresta e i campi,  elementi che compongono il DNA del paesaggio “Chavannois” e del Lago Lemano.

La costruzione è una torre alta 117 metri, a pianta rettangolare di 52 x 15,5 metri, orientata nord-sud. Nei suoi 36 piani include una palestra, uffici, abitazioni e un ristorante. Ma soprattutto la struttura ospita più di 80 alberi (3 tipologie di cedri) ed è coperta da arbusti e altre piante su una superficie di circa 3.000 metri quadrati. Il volume della torre è caratterizzato dalla presenza di elementi aggettanti, di lunghezza variabile, che animano le facciate e rompono la successione dei livelli. Dotati di uno sbalzo di oltre 3 metri, questi elementi sono disposti principalmente sulla facciata sud e, in ordine sparso, sulle facciate est e ovest. Le logge degli appartamenti ampliano lo spazio verso l’esterno per godere appieno del paesaggio. Oltre alla torre residenziale, il progetto include un centro commerciale di 5.000 metri quadrati.

E’ prevista una netta separazione tra gli ambiti residenziali e i commerciali: la distinzione di queste funzioni primarie ha generato il disegno di tre diversi edifici, posti in stretta relazione l’uno con l’altro e collegati da uno spazio pubblico aperto. Il design del piano di integrazione dei tre edifici principali stabilisce un rapporto tra i pieni e i vuoti dove si alternano l’architettura e le superfici pubbliche a cielo aperto. Questi spazi tra gli edifici sono ambienti di vita, pieni di attività e di socialità. La scelta di separare la costruzione della torretta dalla base, progettata per ospitare attività pubbliche, favorisce la creazione di relazioni urbane tra gli elementi che caratterizzano il quartiere, sia nel punto focale pubblico sia in quello residenziale.