Email

[email protected]

Phone

+39 02 55014101

Sede Italiana

Via G. Donizetti, 4
20122 Milano IT

Homepage ad | più verde, più aria, più tempo

ad | più verde, più aria, più tempo

Su Architectural Digest, nel numero di giugno 2020, un lungo contributo di Stefano Boeri intitolato “Più verde, più aria, più tempo: idee possibili per un pianeta migliore”. Riflessioni dell’architetto che spaziano dalla dimensione domestica a quella di quartiere, tra spazi flessibili e aree destinate al verde collettivo.

Dobbiamo più in generale renderci conto che siamo probabilmente al capolinea del paradigma della città moderna realizzato due secoli fa per funzionare attorno ad alcuni epicentri di vita collettiva sincronizzata sugli orari casa-lavoro, come le fabbriche, i mercati generali, le stazioni ferroviarie, i centri commerciali”, scrive Stefano Boeri, alla ricerca di un profondo cambiamento di logiche e sequenze della vita urbana.

Cinque sfide da affrontare con urgenza: de-sincronizzazione dei tempi di vita dei grandi attrattori di folle, tra cui scuole, edifici pubblici, sedi delle grandi aziende; necessità di ripensare gli spazi aperti come luoghi dedicati non solo al commercio e alla mobilità ma anche alla cultura, l’intrattenimento e lo sport; rinnovo e ridisegno delle sezioni stradali, per lasciare spazio ai dehors, ai pedoni ed alle piste ciclabili; interventi drastici sulle emissioni di polveri sottili; sguardo rivolto alla forestazione, diffusa e fondamentale.

Un’ultima grande sfida, che riguarda l’intero Paese, è quella di riabitare le migliaia di borghi abbandonati sparsi nelle campagne e sulle pendici delle Alpi o della dorsale appenninica”, prosegue il testo dell’architetto. “Non si tratta dunque di ipotizzare una seconda casa, o un turismo temporaneo (…) ma un vero e proprio contratto di reciprocità con le città più vicine. Che dovranno agire in collaborazione, non in alternativa”.

Per leggere l’intero articolo consultare il Nr 465 di AD di giugno 2020 o seguire il link: https://www.ad-italia.it/news/2020/06/23/idee-possibili-per-un-pianeta-migliore/