CASA .ITALO – from concept to projectCASA .ITALO – dal concept al progetto

April 13, 2011

Stefano Boeri Architetti presents at Milano Design Week 2011 the preview of Casa .italo project, the new services centre for Italian stations which will host travellers of the new high speed railway service by  NTV – Nuovo Trasporto Viaggiatori (New Transport for Travellers).
Stefano Boeri Architetti presenta al Salone del Mobile 2011 l’anteprima del progetto degli spazi Casa .italo, i nuovi centri servizi delle stazioni italiane che a partire dalla fine dell’anno ospiteranno i viaggiatori del nuovo servizio ferroviario ad alta velocità di NTV – Nuovo Trasporto Viaggiatori.

The project, which won a competition launched in early 2009 by the NTV transport company, originated from a concept created by the Milan architecture studios Stefano Boeri Architetti and dotdotdot. It is based on the idea of a new type of services centre designed to help travellers, in the form of a fluid, high-technology space. The development of the various project phases involved the work of 46xy (communications and graphic design), salottobuono (architectural design), Ferrari & Brocajoli SRL (plant design), and Andrej Mikuz Architetto (technical feasibility and calculations). The phase in which individual components were engineered was developed with Cassina Contract.


From the end of this year, once implementation has been completed, the activation of the entire system of Casa .italo spaces will begin in stations in ten Italian cities (Milan, Bologna, Florence, Rome, Naples, Venice, Mestre, Turin, Salerno and Padua).



THE COMPETITION / From concept to project

(January-June 2009)

Travelling and the speeds of travel have changed radically. Today, rail travel means undergoing a fluid experience in space and time, in a continuous process from departure to arrival that includes decisions, movement, periods of waiting, and the journey time itself.

The Casa .italo project is the tangible result of this concept. The physical space is actually constituted of the overall image, the services offered, and the underlying principles. The idea is that all the surfaces visible to travellers in transit are physically transformed into an interactive and communicative interface that defines the interiors within stations.

Casa .italo is an open and extremely permeable concept. By means of its interactive characteristics, it is a location at which the duration of travellers’ stay there is up to travellers themselves and their individual requirements. There is a direct relationship between duration of use and the personalized spaces and services dedicated to travellers.

To meet travellers’ requirements in terms of speed, with a minimum time actually spent in the station, Casa .italo has an interactive exterior space, which enables tickets to be purchased, and displays train arrival and departure times without having to enter the hall itself. Large LCD monitors and ticket vending machines are included in this face of the structure, and, along with the red .Italo train profile, a large clock, and a LED strip display, they enable travellers to recognize Casa .italo inside the station.

For travellers who need help, or a location at which to spend some time waiting for a train, Casa .italo provides services and waiting areas inside. The space is enclosed by a multi-function, high-technology wall which continues the flow of information supplied on the outside wall, offering further services to travellers: ticket issue, information on train arrival and departure, interfaces for internet use, the distribution of magazines and leaflets, fold-down seats, and litter bins. The perimeter of Casa .italo includes, built into the thickness of the wall, the technological systems for the various service units available. Proximity sensors detect the presence of people and change the function of touch screen monitors, transforming simple information panels into automatic ticket machines and vice-versa, in a dynamic environment that is capable of changing according to traveller requirements..

The components that form the uniform, straight-wall perimeter of Casa .italo are part of an “alphabet” of modular units which can be used to create spaces with the maximum flexibility, allowing for future enlargement. Towards the top of each unit there is the LED strip display that continues from the exterior face inside, creating an element of visual continuity between exterior and interior. The furnishing elements that complete the definition of the Casa .italo interiors are designed in the form of circular islands, around which people can circulate freely: the info desk (providing information for travellers), relaxation armchairs (seating units for personal use, or for use by groups of people), and wifi tables (for online use, and for supplying electricity for personal electronic equipment).


Credits

luogo: Milano, Bologna, Firenze, Roma, Napoli, Venezia, Mestre, Torino, Salerno, Padova
incarico: concept, progettazione definitiva, progettazione esecutiva
anno: 2009 −2013
committente: NTV – Nuovo trasporto viaggiatori
produttore: Cassina Contract
superficie costruita: 1600 mq
importo: confidenziale

Stefano Boeri Architetti / Concept and architectural design

team:
Davide Rapp (project leader)
Marco Brega (coordinator)
with:
Kristina Drapic
Chiara Quinzi

assistants

Stefano Baseggio
John Valencia
Maddalena Maraffi

dotdotdot / Concept and interaction design

Consultants

46xy / Graphic design
Salottobuono / Architectural design
Andrej Mikuz Architetto /Technical feasibility and calculation
Il progetto, vincitore di un concorso indetto all’inizio del 2009 dalla compagnia di trasporti NTV, nasce da un concept degli studi milanesi Stefano Boeri Architetti e dotdotdot e propone l’idea di un nuovo tipo di centro servizi a supporto del viaggiatore, concepito come spazio fluido e tecnologico. All’elaborazione delle diverse fasi del progetto partecipano inoltre 46xy (comunicazione e progettazione grafica), salottobuono (progettazione architettonica), Ferrari & Brocajoli SRL (progettazione impiantistica), Andrej Mikuz Architetto (fattibilità tecnica e computazione). La fase di ingegnerizzazione dei singoli componenti del progetto viene sviluppata insieme a Cassina Contract.

Dalla fine di quest’anno, completata la realizzazione, partirà l’attivazione dell’intero sistema degli spazi Casa .italo nelle stazioni di dieci città italiane (Milano, Bologna, Firenze, Roma, Napoli, Venezia, Mestre, Torino, Salerno, Padova).

IL CONCORSO / Dal concept al progetto
(gennaio – giugno 2009)

Il viaggio e i suoi tempi sono irrimediabilmente cambiati: viaggiare in treno oggi significa vivere un’esperienza fluida nello spazio e nel tempo senza soluzione di continuità tra partenza e arrivo, tra decisione e movimento, tra il tempo dell’attesa e il tempo del viaggio.

Il progetto di Casa .italo è il manifesto tangibile di quest’intuizione. L’immagine generale, i servizi offerti e i principi ispiratori si integrano e costituiscono letteralmente lo spazio fisico. L’idea è che tutte le superfici che accolgono il transito e il flusso dei viaggiatori si trasformino fisicamente in un’interfaccia interattiva e comunicativa che definisce gli ambienti all’interno delle stazioni.

Casa .italo è aperta ed estremamente permeabile. E’ un luogo dove, grazie all’interattività, i tempi di permanenza sono lasciati all’iniziativa e alle necessità del viaggiatore, in una corrispondenza diretta tra tempi di sosta e spazi e servizi personalizzati ad essi dedicati.

Per rispondere alle esigenze di rapidità dei viaggiatori con tempi di permanenza minima in stazione, infatti, Casa .italo prevede un fronte esterno interattivo, attraverso il quale poter acquistare i biglietti o conoscere gli orari di partenza ed arrivo dei treni senza entrare all’interno del locale: grandi monitor lcd e ticket vendig machine (emettitrici di biglietti) sono integrati nel prospetto e, insieme al disegno del profilo rosso del treno .Italo, ad un grande orologio e ad una banda informativa di led luminosi, sono gli elementi che permettono ai viaggiatori di riconoscere Casa .italo dentro alle diverse stazioni.

Per i viaggiatori che necessitano di assistenza o di una base di appoggio in attesa dei treni, Casa .italo offre al suo interno servizi e aree per la sosta. Lo spazio è avvolto da una parete attrezzata e tecnologica che, in continuità con quanto avviene sul fronte esterno, offre ulteriori servizi ai viaggiatori: emissione di biglietti, informazioni orarie sulle partenze e gli arrivi dei treni, interfacce per la navigazione internet, distribuzione di riviste e depliant, sedute a scomparsa e cestini per la raccolta dei rifiuti. Il perimetro di Casa .italo integra nel suo spessore gli apparati tecnologici dei diversi dispositivi di servizio offerti: sensori di prossimità riconoscono la presenza delle persone e cambiano la funzionalità dei monitor touch screen trasformando semplici pannelli informativi in emettitrici automatiche e viceversa, in un ambiente dinamico in grado di mutare secondo le esigenze dei viaggiatori.

Tutte le componenti che definiscono il perimetro regolare e rettilineo di Casa .italo rispondono ad un ‘alfabeto’ di moduli componibili in grado di disegnare gli spazi secondo la massima flessibilità e potenzialità di ampliamento; nella parte alta di ciascun modulo è posizionata la fascia informativa a led che del fronte esterno prosegue all’interno, creando una continuità visiva tra dentro e fuori. Gli elementi di arredo che completano la definizione degli spazi di Casa .italo interno sono concepiti come isole circolari attorno alle quali è possibile muoversi liberamente: l’info desk (punto informativo per i viaggiatori), poltrone per il relax (sedute per la sosta personale e collettiva) e tavoli wifi (per la navigazione online e l’alimentazione di corrente dei dispositivi personali).

Informazioni Progetto

luogo: Milano, Bologna, Firenze, Roma, Napoli, Venezia, Mestre, Torino, Salerno, Padova
incarico: concept, progettazione definitiva, progettazione esecutiva
anno: 2009 −2013
committente: NTV – Nuovo trasporto viaggiatori
produttore: Cassina Contract
superficie costruita: 1600 mq
importo: confidenziale

Stefano Boeri Architetti / Concept e progetto architettonico

team:
Davide Rapp (project leader)
Marco Brega (coordinamento)
con:
Kristina Drapic
Chiara Quinzi

collaboratori
Stefano Baseggio
John Valencia
Maddalena Maraffi

dotdotdot / Concept e interaction design

Consulenti

46xy / Progetto grafico
Salottobuono / Progetto architettonico
Andrej Mikuz Architetto / Fattibilità tecnica e Computazione

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.