CASA.ITALO | LA DEFINIZIONE DEI COMPONENTI

aprile 13, 2011

 

Il progetto esecutivo si è sviluppando seguendo due direzioni principali: sono stati rivisti e adattati i singoli layout distributivi dei locali che, all’interno delle stazioni, avrebbero effettivamente ospitato gli spazi Casa .italo, contemporaneamente è iniziata la fase di ingegnerizzazione dei principali elementi del progetto (la parete attrezzata e gli arredi circolari).

La revisione delle prime soluzioni distributive dei moduli lungo le pareti dei locali delle diverse stazioni ha comportato uno studio puntuale e ragionato dei diversi casi (sulla base dei rilievi architettonici), con soluzioni pensate sempre su misura grazie alla flessibilità degli elementi modulari che compongono di volta in volta la parete attrezzata.

L’attento e meticoloso lavoro di ingegnerizzazione delle componenti d’arredo, sviluppato insieme a Cassina Contract, ha permesso di ottimizzarne al massimo la produzione, raggiungendo alti livelli qualitativi per quanto riguarda i materiali e il livello prestazionale richiesto dal loro impiego in spazi pubblici ad alta frequentazione.

La parete attrezzata modulare è rivestita di lastre di vetro, realizzate mediante la progressiva stratificazione di pellicole specchianti e opacizzanti su una lamina di vetro float extrachiaro satinato dello spessore di 8 mm. Le lastre sono ancorate con un sistema che ne garantisce la necessaria tenuta stabile e nel contempo l’ispezione degli apparati tecnologici contenuti nei diversi moduli della parete. Per ottenere l’effetto di una parete che si snoda in maniera continua attorno agli spazi è stato progettato un meccanismo che prevede due perni ad alta resistenza nei punti di connessione tra le lastre di vetro e la struttura di sostegno della parete. Ciò ha permesso di realizzare un sistema continuo di ante vetrate in grado di garantire la massima flessibilità del sistema modulare e la corretta funzionalità dei dispositivi retrostanti (ticket vending machines, monitor informativi, raccoglitori di rifiuti, sedute integrate etc.)

Gli arredi, progettati in corian e pelle già a partire dalla fase definitiva per garantire la massima resistenza all’usura dei piani di appoggio e un altro grado di comfort ergonomico e sensoriale delle sedute, grazie all’esperienza di Cassina Contract, hanno subito numerose fasi di ingegnerizzazione e verifiche successive consentendo di definirne con precisione le caratteristiche geometriche, materiche e tecnologiche.

A partire dall’aggiornamento delle richieste della compagnia Nuovo Trasporto Viaggiatori, i differenti componenti d’arredo sono stati studiati allo scopo di migliorarne gli aspetti funzionali e di ottimizzarne il processo di produzione. Sono stati introdotti nuovi elementi di seduta integrati nella parete vetrata, ed è stata modificata la geometria complessiva del bancone di accoglienza che, ridotto in altezza, consente un migliore contatto tra gli operatori e il pubblico.

Informazioni progetto:

Stefano Boeri Architetti / Progetto architettonico

team:
Davide Rapp (project leader)
Marco Brega
Luca Moscelli

Consulenti

dotdotdot / Interaction design
46xy / Progetto grafico
Salottobuono / Progetto architettonico
Ferrari & Brocajoli SRL / Progetto impiantistico
Andrej Mikuz Architetto / Fattibilità tecnica e Computazione

Contractor
Cassina Contract

Maquette
Sebastiano Conti Gallenti

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.