Third place at ARBO competitionTerzo posto al concorso ARBO

March 8, 2011

It is now closed the competition for the city of Bozen Urban Project on the area now holded by the National railways. The first prize has been awarded to Podrecca office, Stefano Boeri Architetti got the third prize. Below some pictures and the project description.
Si è concluso il concorso l’elaborazione del Progetto Urbano per la città di Bolzano sull’area attualmente di proprietà di Rete Ferroviaria Italiana S.p.A. Primo premio per il progetto dello studio Podrecca, mentre Stefano Boeri Architetti si aggiudica il terzo posto. Ecco le immagini e la descrizione del progetto presentato.

ARBO, Competition for Bozen railway area, Italy
Organization: Comune di Bolzano, Provincia Autonoma di Bolzano e Rete Ferroviaria S.p.A.
Year: 2010

Urban and Architectural Design:

Stefano Boeri Architetti team:
Davor Popovic, Lorenza Baroncelli (coordinators)
Mirko Andolina
Moataz Faissal Farid
Pietro Pezzani
Francesco Roesler

Batlle I Roig Arquitectes
R. Burdett
M. Kaiser
S. Recalcati
P. Plattner
M. Torresi
E. Mezzanotte
M. Molon

Collaborators
G. Dichgans

Il progetto per la nuova stazione di Bolzano parte dal riconoscere il potenziale che la città può oggi ricevere da una riforma dell’insediamento dell’antico sedime ferroviario e della stazione. Un potenziale enorme che va sfruttato sia alla scala della città sia a quella delle grandi componenti del paesaggio.
La riforma del piano del ferro può diventare così l’occasione per immaginare il futuro dell’area urbana e territoriale di Bolzano: non solo per rigenerare il suo centro storico con l’invenzione di una nuova centralità, ma anche per rafforzare il rapporto della città con il fiume e con le montagne circostanti.

Il progetto propone il potenziamento del centro storico e l’ordinamento delle aree di crescita urbana. Come prima mossa, si propone di disporre il nuovo fascio dei binari parallelamente alla via Garibaldi, ricollocando la stazione ferroviaria in prossimità del fiume e della piazza Verdi. In questo modo, il progetto riesce a conservare alla stazione un ruolo di attrattore rispetto alla città, a creare un nuovo luogo centrale prossimo e complementare a quello della piazza e a ricucire due parti di città oggi funzionalmente, fisicamente e tipologicamente separate.

La nuova Stazione è intesa come una grande infrastruttura intermodale, accessibile dal centro e connessa con gli altri nodi della mobilità territoriale.
Si realizza così, al posto di un’area oggi considerata marginale, una nuova Porta di accesso a Bolzano: un edificio a tre ali verticali che con la sua presenza plastica funge da riferimento spaziale agli assi che convergono su Piazza Verdi ed integra le funzioni trasportistiche della stazione con quelle (ad alto valore economico e commerciale) di una nuova piazza di ingresso alla città.

La nuova collocazione della stazione ferroviaria consente, inoltre, di realizzare una seconda grande opera di rigenerazione urbana: la costruzione di un grande parco lineare che collega il fiume, costeggia il centro storico e stabilisce una relazione diretta con il sistema delle alture circostanti. Un boulevard verde che rappresenta l’interfaccia tra il centro storico e la nuova Bolzano: definisce un nuovo limite al primo e stabilisce la struttura della seconda.

ARBO, Concorso di idee per l’Areale ferroviario di Bolzano, Italia
Organizzazione: Comune di Bolzano, Provincia Autonoma di Bolzano e Rete Ferroviaria S.p.A.
Anno: 2010

Progetto urbano e architettonico:

Stefano Boeri Architetti:
Davor Popovic, Lorenza Baroncelli (coordinatori)
Mirko Andolina
Moataz Faissal Farid
Pietro Pezzani
Francesco Roesler

Batlle I Roig Arquitectes
R. Burdett
M. Kaiser
S. Recalcati
P. Plattner
M. Torresi
E. Mezzanotte
M. Molon

Consulenti-collaboratori
G. Dichgans

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.